Alterazioni della Flora

Infezioni intestinali

Data ultimo aggiornamento - 25/10/2012

Il nostro intestino, così come la gola, i bronchi o i polmoni, può essere attaccato da virus e batteri ed ha bisogno di essere protetto per garantire il suo corretto funzionamento. Le infezioni intestinali, a seconda dei microorganismi responsabili (batteri, virus) e della sede si distinguono in enteriti e coliti.

L'enterite è un processo infiammatorio che colpisce la mucosa dell'intestino tenue. E' provocata da svariate cause: intossicazioni alimentari, allergie alimentari, ingestione di cibi o bevande molto fredde, infezioni. I sintomi principali sono costituiti da: diarrea (con feci liquide, maleodoranti e ricche di alimenti non digeriti con residui chiaramente riconoscibili), dolori e crampi alla parte centro-inferiore dell'addome, febbre, disidratazione, debilitazione e senso di stanchezza generale, e a volte inappetenza. L'enterite spesso si associa a processi infiammatori a carico dello stomaco (gastroenterite) o del colon (enterocolite), specie nei casi di enterite di natura tossica o allergica.

La colite è una malattia infiammatoria parziale o generalizzata del colon, che colpisce in prevalenza le donne rispetto agli uomini. Può essere causata da infezioni di varia origine (batterica o virale), intossicazioni o errori alimentari, alcune malattie (ad esempio diverticolosi) oppure trasformarsi in una forma cronica senza che all'origine vi sia una causa ben precisa (colite ulcerosa, morbo di Crohn).

Tuttavia la causa più frequente è costituita dalla somatizzazione di stati di tensione psico-fisica prolungata. La colite si manifesta con dolori al ventre simili a crampi, ma spesso il primo sintomo consiste nell'irregolarità dell'intestino in coincidenza con l'assunzione di cibi o di bevande fredde o in rapporto a stress fisici. Gli altri sintomi sono: diarrea (a volte accompagnata da sangue e muco nelle feci), nausea, febbre, meno frequentemente vomito.

Una particolare forma di colite è la sindrome del colon irritabile, conosciuta anche come colite nervosa, poiché il più delle volte è causata da un forte stress psichico (diarrea da esame, da incontro importante ecc.).

Accanto ai fattori di natura psicologica che abbiamo citato, la colite può insorgere o aggravarsi anche a causa di altri fattori, quali: dieta (ipersensibilità o intolleranza a determinati alimenti, stile nutrizionale inadeguato, povero di acqua o di fibre); ciclo mestruale (l'intestino è piuttosto sensibile ai cambiamenti degli ormoni sessuali femminili); alterazione della normale flora intestinale, con aumento dei microrganismi patogeni.

Enterogermina è un medicinale a base di spore di Bacillus clausii indicato per il trattamento delle alterazioni della flora batterica intestinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Attenzione, i medicinali vanno assunti con cautela, per un breve periodo di tempo, non superando le dosi consigliate e solo per le indicazioni riportate nel foglio illustrativo. In caso di dubbio rivolgersi al medico o al farmacista. Autorizzazione del 20/04/2016