Printed From:

Capita spesso, e con maggior frequenza alle donne, che l’intestino non funzioni come dovrebbe conducendo a un’irregolarità intestinale che può presentarsi con cattiva digestione, gonfiore, meteorismo, stitichezza alternata a diarrea, cambiamenti d’umore, disturbi del sonno, candidosi, spossatezza, flatulenza, ed eruttazioni.

Il principale sintomo dell’irregolarità è la stitichezza, o stipsi, caratterizzata da un ridotto numero di evacuazioni settimanali (due o meno), difficoltà e sforzo nell'evacuare, presenza di feci dure.

L’irregolarità intestinale può avere molte cause, una di queste è l'alterazione della flora batterica intestinale. Normalmente l’intestino torna a funzionare regolarmente da solo ma in alcuni casi, per vari fattori, l’intestino fatica a ritrovare il suo ritmo.

L’assunzione di farmaci, una dieta con poche fibre, un apporto calorico ridotto e una vita sedentaria sono cause comuni.

Anche uno stato mentale alterato o la depressione possono contribuire alla costipazione.

CAUSE

Disbiosi

L'alterazione della flora batterica intestinale spesso originata da un uso eccessivo di farmaci (in particolare antibiotici), malattie, recenti interventi chirurgici, sedentarietà, stress ma soprattutto scorrette abitudini alimentari.

Abbuffata

Pasti frettolosi, irregolari o troppo abbondanti, parlare durante il pasto, un eccesso di bevande gassate, o una dieta povera di frutta e verdure e troppo ricca di zuccheri e grassi possono influire sulla comparsa di alterazioni dell’alvo.

PUOI PROVARE

COME PREVENIRLO

Alimentazione

Sono consigliati i cibi che presentano una grande quantità di fibre come la frutta e la verdura, e il consumo di legumi e di cereali integrali, e l’assunzione di almeno due litri d’acqua al giorno. Una dieta corretta non è solo cosa mangiamo, ma come (lentamente) e quando: per favorire la regolarità intestinale, dobbiamo avere orari regolari anche nei pasti.

Sport e Relax


Fare movimento aiuta anche il movimento intestinale, e se l’intestino è pigro è meglio non esserlo anche noi continuando a fare vita sedentaria. Basta camminare una ventina di minuti una o due volte al giorno, o andare in bicicletta, per trarne grandi benefici non solo per l’intestino.

Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di un sano stile di vita. Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico.