Faq

Data ultimo aggiornamento - 14/04/2015

Qual è la differenza tra "probiotici" e "fermenti lattici"?

Anche se nel linguaggio comune i due termini sono spesso utilizzati come sinonimi, in realtà con il termine “fermenti lattici” si fa riferimento a microrganismi che presentano la caratteristica di produrre acido lattico: i fermenti lattici sono un sottogruppo dei "probiotici", termine che infatti identifica un insieme più ampio di microrganismi benefici di differenti specie in grado di avere un effetto benefico sulla flora batterica intestinale e sulla salute dell’individuo, che non necessariamente producono acido lattico.

Cosa sono i riequilibratori intestinali a base di “probiotici”?

I probiotici sono definiti come microrganismi vivi e vitali che, quando somministrati in adeguate quantità, conferiscono benefici all’organismo. In pratica migliorano il nutrimento e la crescita della barriera difensiva dell’intestino e possono prevenire i disordini gastrointestinali. I riequilibratori intestinali a base di probiotici sono quindi prodotti in grado di esplicare un effetto benefico sulla flora batterica intestinale, favorendone il fisiologico equilibrio.

Gli antibiotici possono alterare la flora batterica intestinale?

Gli antibiotici spesso possono alterare l'equilibrio fisiologico della flora intestinale, infatti, oltre ad agire sui microrganismi che sono causa dell’infezione per cui l'antibiotico è stato assunto, hanno un'azione anche sui microrganismi buoni della flora intestinale: rompendo l'equilibrio tra batteri buoni e nocivi a favore di questi ultimi, si viene così a creare quella che viene definita disbiosi o dismicrobismo intestinale e che è fonte di disturbi come diarrea, gonfiore e gonfiore addominale.

Qual è la differenza tra gli yogurt contenenti probiotici e i riequilibratori a base di probiotici venduti in farmacia?

Gli yogurt contenenti probiotici sono “alimenti fortificati” in cui sono stati aggiunti uno o più nutrimenti essenziali, come appunto i probiotici, ma non hanno la funzione di curare e/o prevenire alterazioni della flora batterica intestinale. In farmacia è possibile trovare sia integratori a base di probiotici che farmaci probiotici: gli integratori hanno la funzione di integrare la dieta e possono fornire un supporto in caso di squilibri intestinali, quando però si cerca un’azione di cura e prevenzione di questi disturbi, è opportuno far riferimento ai farmaci probiotici, come Enterogermina, che hanno proprietà dimostrate curative e preventive delle malattie e dei disequilibri gastro-intestinali.

Perché è importante proteggere l’equilibrio della flora batterica intestinale?

flora batterica intestinale svolge molte importanti funzioni; oltre ad aiutare i processi digestivi, produrre vitamine, micronutrienti ed altre sostanze utili, costituisce una vera e propria barriera difensiva che ci protegge dai batteri dannosi ed è in grado di regolare la funzione del nostro sistema immunitario. Ha quindi un ruolo molto importante per il benessere dell’intero organismo.

Come posso mantenere in salute l’intestino e la flora intestinale?

Il mantenimento di una sana alimentazione, l’astensione dall’alcol, l’evitare bruschi sbalzi di temperatura, sono comportamenti che possono aiutare a mantenere il normale equilibrio intestinale. Quando si verificano segnali di rottura di questo equilibrio (dolore addominale, gonfiore, diarrea e disturbi intestinali) e quando si assumono farmaci antibiotici, che possono avere effetti collaterali a livello intestinale, è utile assumere specifici prodotti riequilibratori a base di probiotici.

Come posso entrare in contatto con batteri potenzialmente nocivi per l’intestino?

La via di contatto è prevalentemente quella orale: alimenti e bevande contaminate possono essere infatti fonte di infezione intestinale. Un'altra causa che ha indirettamente un impatto sull’equilibrio della flora batterica intestinale è costituita dagli antibiotici: un loro utilizzo può accompagnarsi ad un aumento dei microrganismi residenti meno buoni che in condizioni normali sono in equilibrio con i microrganismi residenti cosi detti buoni.

Stress e ansia possono causare alterazioni della flora microbica?

Comunemente l’intestino viene definito come “il secondo cervello”: quest’affermazione ha delle basi scientifiche in quanto sia il cervello che l’intestino, durante lo sviluppo embrionale, sono sensibili all’azione di sostanze ad azione ormonale di origine proteica. Alcune sostanze ormonali prodotte sotto stimolo nervoso agiscono sia sul cervello che sull’intestino e quindi sulla flora batterica intestinale. Di conseguenza, tutto ciò che succede a livello cerebrale, in particolare stati di stress e ansia, tende a ripercuotersi sulla funzionalità intestinale provocando disturbi di diversa intensità.

Enterogermina è un medicinale a base di spore di Bacillus clausii indicato per il trattamento delle alterazioni della flora batterica intestinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Attenzione, i medicinali vanno assunti con cautela, per un breve periodo di tempo, non superando le dosi consigliate e solo per le indicazioni riportate nel foglio illustrativo. In caso di dubbio rivolgersi al medico o al farmacista. Autorizzazione del 20/04/2016