Printed From:

Come funziona l’intestino


L’intestino è una “macchina” complessa, articolata e polifunzionale. Il lungo tubo che attraversa la nostra cavità addominale può digerire e assorbire diverse tipologie di nutrienti, sintetizzare vitamine e cellule immunitarie.

Nell’intestino tenue avviene la maggior parte dell’assorbimento di nutrienti complessi come:

  • Carboidrati: sono zuccheri complessi formati da lunghe catene di glucosio unito ad altri zuccheri semplici. Vengono scissi – dagli enzimi digestivi provenienti dal pancreas e da quelli secreti nell’intestino tenue – in unità più piccole per essere assorbiti dalla mucosa intestinale e raggiungere il sangue.
  • Proteine: grazie all’enzima tripsina presente nell’intestino tenue le proteine vengono scisse in amminoacidi, unità più semplici che dopo l’assorbimento tramite la mucosa intestinale vengono trasportate al fegato dal sistema venoso entero-epatico.
  • Grassi: gli enzimi digestivi dell’intestino tenue e gli enzimi lipasi provenienti dal pancreas digeriscono i grassi e li rendono assorbibili in forma di acidi grassi
  • Ferro, magnesio e calcio: vengono assorbiti nel tratto del duodeno
  • Acido folico: viene assorbito prevalentemente nel tratto del digiuno
  • Vitamine: la vitamina B1 e la vitamina K vengono prodotte dalla flora batterica presente nella mucosa dell’intestino tenue

Nell’intestino crasso si completa l’assorbimento di nutrienti semplici come:

  • Fibre: arrivano nell’Intestino crasso e vengono utilizzate sia per la produzione di acidi grassi a catena corta, utili per ricavare energia, sia per la produzione delle feci.
  • Acqua e sali minerali: parte dell’acqua viene utilizzata per la formazione del materiale fecale insieme alle fibre, l’altra viene impiegata per la funzione idratante dell’organismo. Il magnesio continua il suo processo di assorbimento fino al colon.

Le funzioni dell’intestino

L’intestino è un organo che possiede molte funzioni; le principali sono tre:

  1.  Funzione immunitaria: la flora batterica intestinale svolge un ruolo fondamentale di difesa dell’organismo grazie alla produzione di cellule anticorpali, come le immunoglobuline A, che ci proteggono dagli attacchi di virus e batteri. Il microbiota dell’intestino agisce inoltre da sistema difensivo locale, eliminando i microrganismo nocivi. L’intestino rappresenta quindi una delle sedi principali di risposta immunitaria del nostro organismo.

  2.  Funzione nutritiva: l’intestino nutre sia la flora batterica intestinale sia le cellule che costituiscono l’intestino stesso tramite la produzione di acidi grassi a catena corta, derivanti dalla degradazione delle fibre. Questi acidi – per esempio l’acido butirrico e l’acido propionico – stimolano la proliferazione delle cellule della mucosa intestinale.

  3.  Funzione metabolica: l’intestino elabora attraverso i processi digestivi i nutrienti introdotti tramite l’alimentazione, rendendoli disponibili per il funzionamento di organi e apparti. Non solo! L’intestino è in grado di sintetizzare alcune vitamine come la vitamina k e vitamina B, grazie al prezioso lavoro della flora intestinale.

Alimenti facilmente digeribili

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico