Printed From:

L’intestino  è  l’organo interno più lungo del corpo umano. Misura circa 7 metri ed è la parte finale dell’apparato digerente. Si presenta come un tubo flessibile ripiegato su se stesso, dotato di pareti multi stratificate e di muscolatura liscia.

La sua funzione è assorbire i principi nutritivi derivanti dai cibi che arrivano dallo stomaco. Questo permette l’alimentazione delle cellule e dei tessuti del nostro organismo. 
Nell’intestino so formano inoltre le feci, che derivano da tutti gli scarti dei cibi che ingeriamo.

L’intestino parte dal piloro, ovvero una piccola valvola che separa l’intestino dalla parte finale dello stomaco.
L’intestino si divide in due macro parti: intestino tenue e intestino crasso. L’intestino tenue si divide in duodeno, digiuno e ileo mentre il crasso è formato da intestino cieco, colon, sigma e retto.

Metabolica, trofica (nutritiva), protettiva e immunologica. Sono queste le funzioni che svolge il nostro intestino. Vediamole nello specifico:
Funzione metabolica: è la funzione che permette l’assorbimento di ioni (calcio, magnesio e ferro), la sintesi di alcune vitamine (acido folico, vitamina K, vitamine del gruppo B) e la fermentazione dei carboidrati che a sua volta permette la formazione di acidi grassi a catena breve. La funzione metabolica oltre ad assicurare la formazione di vitamine del gruppo B. I batteri intestinali lavorano senza sosta, e il nostro corpo riesce a sfruttare anche i loro prodotti di scarto trasformandoli in sostanze utili per l’organismo come l’acido acetico, il propionico o il butirrico.

Funzione trofica (nutritiva):  è la funzione che assicura il nutrimento (trofismo) delle cellule intestinali, necessario per favorire l’attività fisiologica del colon, anche tramite la produzione di acidi grassi a catena corta come il butirrico. È stato dimostrato che gli acidi grassi a catena corta sono in grado di stimolare la proliferazione delle cellule che ricoprono la superficie interna dell’intestino.
Funzione immunologica: è una funzione di difesa, sicuramente  una delle attività più importanti svolte dalla flora batterica perché permette di mantenere attivo  il sistema linfatico tissutale, cioè il sistema che entra in gioco quando c’è bisogno di combattere batteri o sostanze nocive. È proprio nel sistema linfatico che avviene la produzione di sostanze e di cellule che costituiscono la risposta immunitaria dell’organismo.

Funzione protettiva: è una funzione necessaria per difendere il tratto gastrointestinale dagli agenti patogeni. Questa funzione è assicurata dalla saliva, dagli acidi gastrici, dalla peristalsi, dalle membrane delle cellule che ricoprono la superficie interna dell’intestino (epiteliali) e naturalmente dalla flora. La flora batterica intestinale agisce mediante meccanismi di competizione con i batteri patogeni e produce specifiche sostanze proteiche come le batteriocine che li attaccano direttamente.

 

 

Le informazioni contenute in questa pagina sono da intendersi a titolo informativo e non sostituiscono in nessun caso assistenza o consiglio medico