EnteroInfant

Data ultimo aggiornamento - 10/10/2013

L’intestino svolge alcune funzioni fondamentali nella crescita dei bambini: è responsabile  della digestione e dell’assorbimento dei nutrienti ed è coinvolto nel buon funzionamento del sistema immunitario, fungendo da barriera difensiva dall’attacco di germi e batteri grazie alla flora batterica intestinale.

L’intestino si sviluppa e si rafforza insieme al bambino, per cui nei più piccoli la flora batterica intestinale è ancora immatura e maggiormente soggetta ad alterazioni, come per esempio osservato nei casi di coliche infantili. Il corretto sviluppo della flora batterica intestinale nelle prime fasi di vita è quindi importante.

EnteroInfant di Sanofi è un integratore alimentare con una composizione innovativa a base di probiotici ed estratto di camomilla:

  • i probiotici BB-12® e L. casei 431® in ogni bustina favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale;
  • l’estratto di camomilla assicura la dose giornaliera di apigenina, il principio attivo responsabile delle proprietà rilassanti e dell'azione sulla riduzione dei gas intestinali;
  • i frutto-oligosaccaridi ad azione prebiotica contribuiscono all’insediamento dei batteri benefici intestinali.

EnteroInfant è privo di glutine e lattosio.

EnteroInfant 14 bustine Uso orale

Integratore alimentare

Confezione: 14  bustine

Per bustina: 1 miliardo di Bifidobacterium animalis subsp.lactis (BB-12®), 0,5 miliardi di Lactobacillus paracasei (L.casei 431®), estratto secco di camomilla e frutto-oligosaccaridi.


Modo d’uso: 1 bustina al giorno, da sciogliere in almeno 30 ml di acqua o latte, anche nel biberon.

 

Enterogermina è un medicinale a base di spore di Bacillus clausii indicato per il trattamento delle alterazioni della flora batterica intestinale. Leggere attentamente il foglio illustrativo. Attenzione, i medicinali vanno assunti con cautela, per un breve periodo di tempo, non superando le dosi consigliate e solo per le indicazioni riportate nel foglio illustrativo. In caso di dubbio rivolgersi al medico o al farmacista. Autorizzazione del 20/04/2016